I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Podere Scheggiolla

"Il piccolo prodigio del Chianti Classico senese"
Italia, Toscana
Castelnuovo Berardenga
ORGOGLIOSO PRODUTTORE DI:
Scopri i vini
 

La storia di Podere Scheggiolla

Scopri i vini di Podere Scheggiolla

Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.

LE OPINIONI DEI NOSTRI SOCI GARANTITE DAL SISTEMA FEEDATY:
Feedaty è un sistema professionale ed imparziale per la raccolta e pubblicazione di rating e recensioni di acquirenti reali.
Scopri di più
Castelnuovo Berardenga, Toscana
Luciano spiega che nonostante le piccole dimensioni di questo piccolo fazzoletto di terra, all'interno del suo ettaro e mezzo si trovano sfumature di terreno che donano vini diversi e complessi, diversi fra loro anche se provenienti dalla stessa vigna. Di certo un elemento chiave è la presenza di uno scheletro importante e sassoso composto da argille, tufo e galestro. Ricordiamo che con scheletro indichiamo una tessitura che presenti sia pietre che ghiaia, anche di dimensioni piuttosto grossolane. Questo ha come conseguenza la produzione di vini complessi e dalla struttura importante, fattore che va ad incidere sul livello di tannicità. Un elemento comune dei vini di Castelnuovo Berardenga è infatti un tannino vivo, trama robusta e un’interessante acidità. Gli eccessi vengono però domati dall’esperto vignaiolo, che si affida al legno per levigare tanta spigolosità e sfrontatezza, e avremo così dei rossi longevi e perfetti per gli amanti dei vini veri e poco ruffiani. Luciano inoltre in questi anni ha costruito una sua filosofia che portasse tutto nella direzione della pura naturalità. Partendo dal concetto che l’uomo è parte stessa della natura, l’intento è quello di lasciarla agire in totale libertà non andando ad intromettersi in modo troppo violento. Si traduce in un’interferenza minima in vigna così come in cantina, senza aggiunte che vadano a correggere il vino che ne viene prodotto, che alla fine del processo non viene neppure filtrato. Ogni singola goccia deve essere espressione aderente al territorio. Ad emblema di questa libertà che sa esprimersi anche nelle piccole cose, Luciano mi racconta che il suo Podere non ha alcun confine territoriale fisico (tipo recinzioni), anche a scapito delle vigne stesse talvolta, quando i caprioli fanno incursione e si cibano dei germogli delle sue piante. Una filosofia, questa, che applica in ogni piccolo aspetto, e non solo della produzione, ma nella vita di tutti i giorni.
Rossi longevi e perfetti per gli amanti dei vini veri e poco ruffiani